Carcinoma papillare in situ


Pannello di Controllo Moderatore
Bibi78
Messaggi: 1
Iscritto il: dom 31 mar 2024 6:02

Carcinoma papillare in situ

Messaggioda Bibi78 » dom 31 mar 2024 6:25

Salve ho 45 anni e ciclo regolare. Dopo una nodulectomia per papilloma intraduttale con chirurgia conservativa , è stato trovato un k papillare in situ nella biopsia. Devo cominciare a breve radioterapia (15) e cura ormonale in quanto positivo ai ricettori ormonali - ER 60%, PR 20%) con tamoxifene, e probabilmente siringa mensile che mi porterà ad una menopausa indotta. Consultandomi con la mia ginecologa mi consigliava la possibilità di cominciare prima con la siringa e poi con il tamoxifene per evitare problemi all'endometrio tipo polipi. Anche da voi si procede così? È possibile evitare la siringa? O viceversa? Infine la dose di 20 mg è standard o potrei assumere 10 mg? In famiglia ho vari diabetici e con problemi di ictus e colesterolo ( io ho la glicemia tendente alta e il colesterolo a 220) questi farmaci mi esporrebbero a rischi? Grazie per la risposta

admin
Site Admin
Messaggi: 506
Iscritto il: ven 28 apr 2006 6:19
Località: Berna
Contatta:

Re: Carcinoma papillare in situ

Messaggioda admin » gio 4 apr 2024 15:43

Buongiorno Bibi78
Le consiglio di sottoporre le Sue domande di carattere medico specialistico alla Sua ginecologa o di richiedere un secondo parere presso un centro di senologia per individuare la migliore opzione terapeutica per Lei.

Trova i siti e i contatti dei centri certificati di senologia in Svizzera sul sito della Società Svizzera di Senologia.

Per la ricerca di strutture di cura in Italia può usufruire dell'OncoGuida oppure rivolgersi all'Associazione italiana malati di cancro parenti e amici AIMaC per essere indirizzata a una Breast Unit certificata EUSOMA in Italia.

Con i migliori saluti.
Cornelia
Moderatrice


Torna a “Cancro del seno”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite