2019 – La sessualità con il cancro


Pannello di Controllo Moderatore
admin
Site Admin
Messaggi: 193
Iscritto il: ven 28 apr 2006 6:19
Località: Berna
Contatta:

2019 – La sessualità con il cancro

Messaggioda admin » mar 4 giu 2019 11:05

Stefan Mamié, psicoterapeuta psiconcologco e terapeuta sessuale e Simone Dudle, consulente sessuale, master in sessuologia rispondono alle domande:

Ha domande riguardanti i cambiamenti nel Suo corpo e nella Sua vita sessuale? Si sente insicuro/a su come avvicinarsi alla Sua partner o al Suo partner ammalato di cancro? Vorrebbe sapere come la voglia e la sensualità possono ritrovare un posto nella Sua vita?

Stefan Mamié e Simone Dudle risponde per iscritto alle Sue domande fino al giugno 2019. Trovate maggiori informazioni e il link per il formulario sulla
Pagina iniziale del forum.
Tutte le domande e le risposte delle consulenti della linea cancro saranno pubblicate qui.


Le presenti risposte sono una presa di posizione di carattere generale. Non si può infatti sostituire la consulenza personale con il parere di uno specialista qualificato in medicina. Se in un articolo vengono citati determinati medici, impianti terapeutici o prodotti, ciò non avviene a titolo di pubblicità o di raccomandazione, ma va inteso semplicemente come accenno ad altre fonti informative.

Alcune domande e risposte sono state tradotte in un’altra lingua nazionale. Se dovessero sorgere domande o ambiguità, favorite rivolgervi alle consulenti specializzate della Linea cancro. Numero gratuito 0800 11 88 11 oppure e-mail helpline@krebsliga.ch

admin
Site Admin
Messaggi: 193
Iscritto il: ven 28 apr 2006 6:19
Località: Berna
Contatta:

Tutto il mio corpo è cambiato

Messaggioda admin » lun 17 giu 2019 10:58

Domanda di Carla B.
Salve,
ho un cancro del seno metastatico, in cura con letrozolo e kisqali.
Ogni 28 giorni faccio un’iniezione di santone. Tutto il mio corpo è cambiato: sudorazione, palpitazioni, desiderio di fare l'amore...
È normale tutto ciò?
Che cos’altro posso fare?
Grazie mille


Risposta di Stefan Mamié, psicoterapeuta psiconcologco e terapeuta sessuale

Buongiorno Carla,

Lei si chiede in che misura sono “normali” gli effetti collaterali del Suo trattamento con letrozolo, kisqali e “santone” (ma forse intende “enantone”?).

Il trattamento che riceve viene impiegato per il cancro del seno metastatico. Effettivamente, gli effetti collaterali da Lei descritti sono frequenti. Fanno parte dei “tipici” disturbi della menopausa e hanno effetti debilitanti che variano molto da paziente a paziente. Le palpitazioni possono incutere insicurezza e ansia, ma in questo contesto sono irrilevanti.

È importante documentare il più possibile dettagliatamente gli effetti collaterali (per es. quali effetti indesiderati insorgono, quando e per quanto tempo e soprattutto quanto sono debilitanti). Discuta con il medico curante in che misura questi disturbi pregiudicano la Sua qualità di vita e valutate assieme se questi effetti collaterali sono proporzionati ai benefici del trattamento (rallentamento della progressione della malattia). Forse già l’impiego di altri medicinali o una riduzione delle dosi potrebbe alleviare i disturbi.

Vampate di calore, sudorazione, palpitazioni si possono in qualche misura mitigare con sedute di ipnositerapia. La Lega contro il cancro del Suo Cantone di domicilio può assisterla nella ricerca di uno specialista qualificato con una formazione in ipnositerapia.

Naturalmente, il cambiamento nel suo insieme riguarda anche una sfera delicata come la sessualità. Alcune donne sono confrontate a secchezza vaginale, ciò che causa dolore durante il rapporto sessuale. Probabilmente, a livello sessuale Lei non è più reattiva allo stesso modo di prima. Ciò può aumentare ulteriormente l’insicurezza e far sì che le persone ammalate evitino questo ambito della vita.

Per i rapporti sessuali, utilizzi un gel lubrificante di buona qualità (per es. PjurMed). Di solito le persone ammalate sono spronate a vivere la sessualità in modo nuovo. Potrebbe tornare ad essere, per così dire, una principiante per quanto riguarda la Sua sessualità? Potrebbe essere curiosa di riscoprirsi fisicamente? Potrebbe far entrare maggiormente nella Sua sessualità il rilassamento e la gradualità? Potrebbe scoprire uno spazio di fisicità nel quale il piacere sessuale non è così importante, ma lo è di più la vicinanza fisica, il legame e l’amore? Per un percorso di questo tipo può essere sensato farsi accompagnare da uno specialista. La Lega contro il cancro del Suo Cantone di residenza può aiutarla nella ricerca di una consulenza psico-oncologica oppure onco-sessuale.

Trova maggiori informazioni nell’opuscolo
«Il cancro e la sessualità femminile»

Le invio i miei migliori auguri e i più cordiali saluti

Stefan Mamié


Torna a “Sessualità e cancro”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite