2021 – Cancro colorettale e sull'accertamento precoce


Pannello di Controllo Moderatore
admin
Site Admin
Messaggi: 309
Iscritto il: ven 28 apr 2006 6:19
Località: Berna
Contatta:

2021 – Cancro colorettale e sull'accertamento precoce

Messaggioda admin » mer 10 feb 2021 15:42

Volete sapere come si può prevenire e riconoscere precocemente il cancro colorettale? Oppure avete domande sulla diagnosi, sul trattamento e sui controlli del cancro del colon?

Cogliete l'opportunità e ponete le vostre domande ai nostri esperti entro fine marzo 2021. Trovate maggiori informazioni e il link per il formulario sulla Pagina iniziale del forum.
Le presenti risposte sono una presa di posizione di carattere generale. Non si può infatti sostituire la consulenza personale con il parere di uno specialista qualificato in medicina. Se in un articolo vengono citati determinati medici, impianti terapeutici o prodotti, ciò non avviene a titolo di pubblicità o di raccomandazione, ma va inteso semplicemente come accenno ad altre fonti informative.

Alcune domande e risposte sono state tradotte in un’altra lingua nazionale. Se dovessero sorgere domande o ambiguità, favorite rivolgervi alle consulenti specializzate della Linea cancro. Numero gratuito 0800 11 88 11 oppure e-mail helpline@krebsliga.ch

Cordiali saluti dalle moderatrici.

admin
Site Admin
Messaggi: 309
Iscritto il: ven 28 apr 2006 6:19
Località: Berna
Contatta:

Cancro intestinale: operare contemporaneamente tumore e fistola?

Messaggioda admin » mar 23 feb 2021 18:50

Domanda di Valérie
Salve,
a settembre dell'anno scorso, a mia sorella (66 anni) è stato diagnosticato un cancro intestinale. Il tumore è piuttosto grande e prima dell'operazione erano previsti 6 mesi di chemioterapia. Il problema è che dall'inizio della chemio c'è stata un'ulteriore complicazione perché il tumore ha fistolizzato. Ora è prevista un'operazione a breve termine, ma perché non operare contemporaneamente anche il tumore? Aggiungo che a causa della posizione e delle dimensioni del tumore (circa 8 cm), da 3 mesi mia sorella segue una dieta senza fibre che l'ha molto indebolita. Stiamo pensando di chiedere un secondo parere per essere sicure che non ci sia altra soluzione che aspettare, ma l'attesa per un appuntamento è lunga.

Risposta del prof. dott. med. Urs Marbet
Buongiorno,
i medici curanti di Sua sorella le hanno raccomandato la chemioterapia prima dell'operazione a causa della posizione e delle dimensioni del tumore. Questa cosiddetta chemioterapia neo-adiuvante mira a ridurre la massa del tumore in modo che l'operazione possa essere eseguita il più delicatamente possibile.

Una fistola è un condotto sottile che può sfociare ovunque. A volte si infiltra in un altro organo come la vescica, a volte finisce alla cieca nell'addome o può uscire attraverso la pelle. Le fistole tumorali possono insorgere durante la chemioterapia. Col passar del tempo possono comportare gravi complicazioni, per cui può essere necessario un rapido intervento chirurgico, mentre altre volte è possibile aspettare. Non di rado, assieme alla fistola può essere asportato anche il tumore. Ma questa decisione va ponderata nel singolo caso.

Ha già pensato di porre la Sua domanda al medico curante? Lui conosce esattamente la situazione di Sua sorella e può spiegarle il suo ragionamento e il motivo per cui pensa di agire in due fasi. Naturalmente se non siete soddisfatte della sua risposta potete sempre chiedere un secondo parere.

admin
Site Admin
Messaggi: 309
Iscritto il: ven 28 apr 2006 6:19
Località: Berna
Contatta:

Colonscopia in caso di stenosi anale

Messaggioda admin » lun 1 mar 2021 10:29

Domanda di Anna
A causa di un danno al canale anale (stenosi grave/fibrosi dopo radio-chemioterapia), per me la preparazione alla colonscopia è diventata sempre più penosa. Noto la mancanza di un avvertimento in merito rivolto alle persone con restringimento rettale: perché la preparazione viene così minimizzata? L’ultima volta è stata terribile: si è prodotto un rigurgito di liquido nel ventre, che si è gonfiato come se fossi incinta ed è stato possibile effettuare l’esame solo due giorni dopo. Altri esami senza questa spaventosa preparazione non mi creano problemi, ma spesso mi sento angosciata dalla preparazione già alcuni giorni prima di effettuarla. Ora ho avuto di nuovo una dilatazione con sonda endoscopica, un po’ di sollievo.

Risposta del Dr. med. Wilhelmi
Salve Anna,
mi spiace che la preparazione alla colonscopia sia così difficoltosa per Lei. Normalmente non è così e la diarrea causata dalla soluzione lassativa è fastidiosa ma non dolorosa. Lei dice di avere un restringimento (stenosi) anale, che probabilmente è la causa della difficoltà di evacuazione. Forse soffre anche di un intestino piuttosto lento (stitichezza)? Si può tentare di allargare i restringimenti tramite una sonda gonfiabile, cosa che probabilmente è già stata praticata su di Lei. Eventualmente questo trattamento può essere ripetuto. In generale, proporrei di procedere a un purgamento più lungo e delicato sull’arco di 2 o 3 giorni, usando lassativi più deboli e passando a un’alimentazione a base di liquidi. Si può anche provare a usare una soluzione lassativa con una minor quantità di beverone (p. es. Picoprep). Può contribuire a ridurre l’irritazione e i dolori all’ano applicando unguenti leggermente anestetizzanti (per es. Emla) e vaselina.

Spero di esserle stato un po’ d’aiuto e Le auguro ogni bene!
Dr. med. Martin Wilhelmi


Torna a “Cancro dell’intestino: esperti rispondono”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite