2016 - Cancro della pelle e protezione solare


Pannello di Controllo Moderatore
admin
Site Admin
Messaggi: 270
Iscritto il: ven 28 apr 2006 6:19
Località: Berna
Contatta:

2016 - Cancro della pelle e protezione solare

Messaggioda admin » mer 27 apr 2016 11:47

Il Professor Robert Hunger dell’Ospedale universitario di Berna, il Professor Ralph Braun dell’Ospedale universitario di Zurigo e il Dottor Olivier Gaide dell’Ospedale universitario di Losanna rispondono alle Sue domande.

Le presenti risposte sono una presa di posizione di carattere generale. Non si può infatti sostituire la consulenza personale con il parere di uno specialista qualificato in medicina. Se in un articolo vengono citati determinati medici, impianti terapeutici o prodotti, ciò non avviene a titolo di pubblicità o di raccomandazione, ma va inteso semplicemente come accenno ad altre fonti informative.

Alcune domande e risposte sono state tradotte in un’altra lingua nazionale. Se dovessero sorgere domande o ambiguità, favorite rivolgervi alle consulenti specializzate della Linea cancro. Numero gratuito 0800 11 88 11 oppure e-mail helpline@krebsliga.ch



Domanda di Veronique:
Buongiorno Dottore,
Le descrivo cosa mi è successo dopo un intervento al palato e un'asportazione radicale dei linfonodi cervicali seguita da 30 sedute di tomoterapia. Avevo un neo marrone scuro e leggermente in rilevo sotto l'occhio, di fianco al naso. Durante le sedute è stato bruciato, è scomparso lasciando solo una piccola macchia beige non più in rilievo ma liscia. Ora, la mia radioterapista non si spiega il fenomeno, l'ha fotografato e lo sta sorvegliando... Ha qualche idea? Crede che si possa sviluppare un melanoma, un carcinoma o qualcos'altro in quella sede? Il mio tumore originale era un carcinoma epidermoide del velo palatino ricostruito con lembo cinese. Grazie della Sua risposta.
Cordiali saluti,
Véronique.

Risposta del dottor Olivier Gaide, medico quadro presso il Servizio di dermatologia del CHUV di Losanna
Buongiorno Véronique,
se ho ben capito, Lei ha avuto un carcinoma epidermoide del velo palatino trattato con chirurgia e radioterapia. I raggi avrebbero determinato la scomparsa parziale di una macchia pigmentata bruna in rilievo, probabilmente un neo, e ora vuole sapere se si tratta di una cosa normale e cosa bisogna fare.
Quando vengono irradiati, i nei possono essere danneggiati e scomparire parzialmente. Succede la stessa cosa alle cheratosi seborroiche, che assomigliano molto a nei. Quindi, quello che ci descrive assomiglia a un processo normale e prevedibile e non suggerisce la comparsa di un nuovo tumore. Tuttavia, questo non cambia il dato di fatto che esiste un rischio più elevato di sviluppare un cancro, come un carcinoma, un sarcoma o un melanoma, nella zona sottoposta a radioterapia. Fortunatamente quest'effetto impiega molti anni per manifestarsi, eccetto che nelle persone immunosoppresse. Date queste premesse, trovo molto positivo che la Sua radioterapista abbia fotografato la macchia sospetta. In questo modo, sarà possibile seguire l'andamento di questa zona della pelle e intervenire rapidamente se necessario. In ultima analisi, ritengo che si sentirebbe rassicurata se consultasse uno specialista, che sarà sicuramente in grado di dirle di più una volta che avrà osservato quest'alterazione della pelle.
Cordiali saluti

Torna a “Cancro della pelle e protezione solare: esperti rispondono”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite