La salute al femminile, tumori femminili - 2019


Pannello di Controllo Moderatore
admin
Site Admin
Messaggi: 224
Iscritto il: ven 28 apr 2006 6:19
Località: Berna
Contatta:

La salute al femminile, tumori femminili - 2019

Messaggioda admin » gio 3 ott 2019 11:13

Avete domande sul la salute al femminile, tumori femminili?

Fino al 31 ottobre la Prof. Dr. med. em. Monica Castiglione, Dr. med. Laura Knabben, Signora Monika Biedermann, Dr. André Kind, risponderà alle domande scritte degli utenti. Trovate maggiori informazioni e il link per il formulario sulla
Pagina iniziale del forum.

Fino ottobre le vostre domande e le risposte saranno pubblicate qui.

Le presenti risposte sono una presa di posizione di carattere generale. Non si può infatti sostituire la consulenza personale con il parere di uno specialista qualificato in medicina. Se in un articolo vengono citati determinati medici, impianti terapeutici o prodotti, ciò non avviene a titolo di pubblicità o di raccomandazione, ma va inteso semplicemente come accenno ad altre fonti informative.

Alcune domande e risposte sono state tradotte in un’altra lingua nazionale. Se dovessero sorgere domande o ambiguità, favorite rivolgervi alle consulenti specializzate della Linea cancro. Numero gratuito 0800 11 88 11 oppure e-mail helpline@krebsliga.ch


Cordiali saluti dalle moderatrici.

admin
Site Admin
Messaggi: 224
Iscritto il: ven 28 apr 2006 6:19
Località: Berna
Contatta:

Dopo chemioterapia: Tinture chimiche si fissino ai nuovi capelli?

Messaggioda admin » mar 8 ott 2019 13:53

Domanda di Cati:
Buona sera,
alla fine di maggio ho completato la mia ultima chemioterapia. Ora i miei capelli stanno ricrescendo bene e vorrei tingerli di nuovo. Ho provato con l’henné, ma non si è fissato bene e dopo due settimane era come se fosse stato sciacquato via. Ora vorrei tornare alle tinture chimiche, nella speranza che tengano meglio. Prima del cancro mi tingevo sempre, ma mi è stato detto che bisognerebbe aspettare un certo periodo prima di usare prodotti chimici. O potrebbe succedere che neppure le tinture chimiche si fissino ai nuovi capelli? Le sostanze chimiche potrebbero causare effetti collaterali?

Risposta del Dr. med. Castiglione
Fino a poco tempo fa Lei si sottoponeva a chemioterapia. Attualmente i Suoi capelli stanno ricrescendo bene e Lei si chiede se può tingerli come faceva prima.

Spesso, in caso di perdita di capelli in seguito a chemioterapia, i capelli che ricrescono sono deboli, hanno poche proteine e perciò vanno trattati con delicatezza. Prima di tingerli è bene aspettare 6 – 9 mesi dalla fine della chemioterapia. Inoltre, dovrebbe fare attenzione alla tintura e alla tecnica di colorazione che sceglie. La cosa migliore è farsi consigliare dal personale esperto in un salone di parrucchiere. Anche la scelta del prodotto recita un ruolo cruciale, poiché esistono prodotti a base di sostanze differenti. Probabilmente, a causa della terapia il cuoio capelluto e i capelli sono molto sensibili. Per evitare il diretto contatto tra il cuoio capelluto e i coloranti è consigliabile, ad esempio, utilizzare la tecnica della pellicola trasparente.

admin
Site Admin
Messaggi: 224
Iscritto il: ven 28 apr 2006 6:19
Località: Berna
Contatta:

Capezzolo protesico

Messaggioda admin » lun 14 ott 2019 10:10

Domanda di «Capezzolo protesico»:
Salve, la mia amica, operata al seno in seguito a un cancro, non ha più il capezzolo. Ha sentito parlare di Pink Perfect (capezzoli protesici su misura). Questi capezzoli si attaccano al seno con un adesivo medico abbastanza forte da resistere alle attività quotidiane e possono essere indossati in acqua. La mia domanda: non è pericoloso incollare questo capezzolo su una cicatrice? Grazie!

Risposta della Dr. med. L. Knabben:
La Sua amica è stata operata al seno in seguito a un cancro. Soffre dei cambiamenti fisici e desidera un capezzolo protesico per dare un aspetto naturale al seno operato.

Il capezzolo autoadesivo: vi sono diversi prodotti per donne operate al seno. Devono essere posizionati direttamente sulla protesi o sul seno. Ma è necessario che la cicatrizzazione sia in stato ben avanzato. I prodotti per le donne operate non presentano alcun rischio. Sono disponibili nei negozi di articoli sanitari.

La ricostruzione del capezzolo e dell'areola mediante operazione o tatuaggio sono opzioni aggiuntive. Di solito devono passare sei mesi o anche un anno tra l'operazione di ricostruzione del seno e questo intervento finale, se lo si desidera.

In caso di domande, consiglio vivamente alla Sua amica di parlare con il chirurgo e / o la Breast Care Nurse di un centro specializzato sul seno. La sosterranno e la consiglieranno sul suo percorso di guarigione.

Cordiali saluti

admin
Site Admin
Messaggi: 224
Iscritto il: ven 28 apr 2006 6:19
Località: Berna
Contatta:

Aspettare così a lungo?

Messaggioda admin » lun 14 ott 2019 11:22

Domanda di Momo
Carcinoma del seno triplo negativo, operazione con conservazione del seno rimanente (compresa asportazione dei linfonodi interessati) nel 2014, chemioterapia 6xTAC, radioterapia. PET-CT nel 2015 e nel 2017 andate bene. Dalla misurazione in gennaio 2017 il marcatore tumorale CA 15-3 DPC è rimasto costante a 23 con un aumento fino a 26 in gennaio 2018 e fino a 25 in aprile 2019. Ora è salito da 23 a 28. Il marcatore CA 125 (non sempre misurato) ora è salito a 25 (gennaio 2019 = 18, aprile 2019 = 22). Sono preoccupata per eventuali metastasi. Con il medico curante, sono rimasta d’accordo che tra due mesi si faccia un nuovo prelievo di sangue e quindi, se il marcatore è aumentato ulteriormente, si effettui un chiarimento mediante tecniche di diagnostica per immagini. Non sarebbe meglio non aspettare così a lungo con i chiarimenti per non perdere tempo? Grazie mille!

Risposta della Prof. Dr. M. Castiglione
Grazie della Sua domanda, alla quale non possiamo dare una risposta conclusiva, perché abbiamo troppo poche informazioni cliniche.
Comprendiamo perfettamente che Lei sia preoccupata e che non voglia aspettare 2 mesi.
Possiamo solo raccomandarle di discutere il problema con il Suo medico e parlargli delle Sue paure e preoccupazioni.


Torna a “La salute al femminile, tumori femminili”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite